Frutta secca.. ben tornata!!

Oggi per il terzo appuntamento in collaborazione con la fantastica Sara del blog : In cucina con Giada e Sara, parliamo della FRUTTA SECCA. Temuta ma tanto amata… se vi dicessi che non dovete assolutamente rinunciarci???

Innanzitutto facciamo una distinzione tra i tipi di frutta secca esistenti :

  • GLUCIDICA: che è ricca di zuccheri e povera di grassi, per intenderci è quella che comprendere l’essiccazione artificiale tramite un apposito metodo di disidratazione di mele, uva e banana sopratutto. Questa è consigliabile durante la pratica di attività sportiva intensa perché è una fonIMG_20150518_075711te di zuccheri ottima e di facile assimilazione, ha un elevato contenuto di fibre e minerali che fa si che diventi uno spuntino nutriente da consumare anche giornalmente purché in piccole dosi.
  • LIPIDICA: che è ricca di grassi e povera di zuccheri e comprende frutti veri e propri e semi di alcune piante e legumi tra cui le arachidi. Contiene proteine, sali minerali, vitamine del gruppo B ed E e grassi insaturi della famiglia degli omega 3 ma anche molte calorie : una porzione da 100g ha circa 600kcal per cui la dose giornaliera non deve superare i 20g. E’ poi un’ottima fonte di fitoestrogeni, utili in menopausa per ridurre la sintomatologia e di filosteroli, sostanze simili al colesterolo che aiutano a ridurne i livelli ematici a vantaggio del benessere cardiovascolare.

Ma adesso entriamo nello specifico per capire quali vantaggi portano i singoli frutti comunemente sulle nostre tavole sopratutto a natale, ma non solo:

  1. MANDORLE: ottima fonte di proteine, acidi grassi monoinsaturi, vitamine e umerosi sali minerali per questi motivi sono considerate anti ansia, migliorano l’umore, aiutano intestino e concentrazione.
  2. NOCI: ricche di vitamina E, acidi grassi omega3, omega6 e magnesio, sono astringenti, toniche, cicatrizzanti, antinfiammatorie, disinfettanti contro i parassiti intestinali e capaci di regolare i lievlli ematici di zuccheri riducendo il rischio di sviluppare arteriosclerosi e malattie cardiovascolari.
  3. PISTACCHI: ricchi di vitamine del gruppo A e B, proteine, omega 6 e sali minerali, aiutano contro l’artrite, il diabete e le affezioni della pelle.
  4. PINOLI: apportano proteine, fibre, provitamina A, vitamina E, ferro, calcio, magnesio e amidi e sono consigliati a chi soffre di stanchezza cronica e debolezza. Molto utili per potenziare l’energia mentali.
  5. ANACARDI: contengono un’alta percentuale di grassi monoinsaturi, sono antidepressivi e contrastano il colesterolo cattivo.

In soldoni quindi una mela al giorno toglierà pure il medico di torno, ma anche unFoto 03-06-14 22 10 35 pugno di frutta secca. Di più.Secondo le ultime scoperte, infatti, mangiandone quotidianamente senza esagerare, noci, mandorle e affini aiuterebbero a mantenere il peso forma, perché alla faccia delle calorie che contengono, questi cibi hanno un elevato contenuto di grassi insaturi, che si metabolizzano molto velocemente e apportano numerosi benefici all’organismo, e di proteine, fibre, vitamine, acidi grassi essenziali omega 3, che aumentano il senso di sazietà inducendo quindi a mangiare meno. Chi mangia frutta secca con regolarità ha il 29 per cento di possibilità in meno di morire per patologie cardiovascolari (perché i semi oleaginosi aumentano il colesterolo «buono» HDL che aiuta a tenere sotto controllo la pressione arteriosa e ad abbassare i livelli di infiammazione) e l’11 per cento in meno di tumore. Ottima anche per la prevenzione del diabete. Nello stesso tempo anche la linea ne giova, nonostante contenga molti grassi!
Insomma, senza esagerare ovviamente, ma non dite mai più addio nemmeno alla frutta secca!!

Ma passiamo alle cose gustose.. condivido con voi la ricetta deliziosa di Sara per dei pancake resi ancora più deliziosi dell’uso della frutta secca..Pancake yogurt e avena alla frutta secca

Ingredienti per circa 10 pancakes

-2 albumi
-1 cucchiaio di zucchero di canna integrale
-2 cucchiai di olio di semi
-2 vasetti di yogurt magro
-150g di farina di avena
-50g di fiocchi di avena
-2 cucchiaini di lievito
-latte di riso q.b

Per arricchire :

-frutta secca a piacere
-sciroppo d’acero oppure agave

Preparazione

In una ciotola mescolate gli albumi e lo zucchero. Aggiungete lo yogurt, l’olio di semi ed infine la farina, i fiocchi di avena e il lievito. L’impasto risulterà molto pastoso. Regolate la consistenza con poco latte di riso.Scaldate una padella anti aderente leggermente unta. Quando sarà ben calda iniziate a versare una piccola porzione di impasto. Appena si formano delle bollicine sulla superficie girate il pancake dall’altro lato e fatelo dorare.Cuocete in questo modo tutti i pancakes ungendo di tanto in tanto la padella se sarà necessario.Servite i pancakes arricchendoli con sciroppo d’acero e un trito di frutta secca a piacere (noci nocciole e mandorle) tra uno strato e l’altro. Decorate con altra frutta secca.

Ma volete altre ricette gustose….? Visitate il suo sito!!

ARACHIDI: alto contenuto di arginina, fondamentale per la crescita, sali minerali e sono una buona fonte di polifenoli, hanno un elevato potere antiossidante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: