Del plumcake.. ha solo la forma!!

Ok, ora posso dire di essere pienamente soddisfatta! Come sapete da qualche giorno ho iniziato a seguire le indicazione del dottor mozzi in merito all’alimentazione per il mio gruppo sanguigno e tra cibi “vietati” e combinazioni alimentari da evitare mi sta ponendo davanti ad una serie di ostacoli che di volta in volta sto cercando di superare. Penso infatti che per vedere dei risultati reali devo riuscire a seguirla in maniera pedissequa, altrimenti non ha alcun senso provarci. Ecco allora che sulla mia tavola la mancanza del pane si faceva sentire prepotente e la mia colazione, senza quel pezzo di pane e marmellata in più, cominciava a pesarmi. Allora ho cominciato a cerca in giro idea per fare qualcosa che assomigliasse al pane ma che fosse a base di farine consentite ed ecco qui che subito ho trovato una ricetta per un ottimo plumcake alla quinoa per la cui ricetta vi rimando qui : https://dabelgyconamore.wordpress.com/2014/09/04/non-si-puo-stare-senza-dolci/_MG_2937 . Tuttavia mi lasciava ancora insoddisfatta, non per il gusto che è senza dubbio molto buono, ma per la pesantezza : la quinoa infatti è un alimento molto proteico e nell’impasto, pur essendoci un uovo solo, si tratta comunque di un ulteriore apporto di proteine e, considerando di usarlo regolarmente come pane ogni giorno, mi sembra eccessivo. Allora, dopo aver acquistato dalla mia panettiera di fiducia, mezzo chilo di farina di quinoa di altissima qualità, chiacchierando con lei ho deciso di provare a fare un pane in cassetta con solamente quattro semplicissimi ingredienti :

  • 250g di farina di quinoa
  • 12g di lievito di birra
  • 300ml di acqua tiepida
  • 1/2 cucchiaino di zucchero o un goccio di miele

Per prima cosa spezzettate il lievito in un goccio d’acqua, aggiungete lo zucchero/miele mescolate e lasciate riposare 2/3 minuti fino a formazione di piccole bollicine sulla superficie. A questo punto amalgamate nella farina il lievito e l’acqua tiepida poco alla volta continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi. Il composto che dovete ottenere è quello del plumcake, liquido ma non troppo, deve essere abbastanza denso ed uniforme. Coprite con della pellicola trasparente la vostra ciotola e riponetela nel forno spento (o altro luogo tiepido) a lievitare per 1 ora e mezza. Passata questa ora il vostro impasto sarà cresciuto parecchio, trasferitelo in uno stampo da plumcake in silicone o se in ferro ben oliato e cuocete a 180° per 40 minuti circa e poi per 15 minuti a 160°, le tempistiche sono indicative, fate sempre la prova dello stuzzicadenti per verificare la cottura. Il risultato è qualcosa di spettacolare, casa mia si è riempita di un profumino unico a metà tra il pane appena sfornato e un dolce appena sfornato.. insomma.. in egual modo il profumo è inebriante. Per gusto personale non ho aggiunto sale, perché amo il sapori un po’ amaro_MG_2953gnolo della quinoa ma se non volete azzardare aggiungetelo ma ATTENZIONE AL MOMENTO IN CUI LO AGGIUNGETE. Dovete seguire il procedimento appena illustrato, mettere l’impasto a lievitare e dopo mezzora dovete aggiungere il sale, mescolare e rimettere a lievitare per un’altra ora.

Questo pane è approvato da mozzi? Assolutamente si!! P erché?

  1. La farina di quinoa, cioè di un non cereale, può essere abbinata con tutti gli alimenti : quindi anche alla mattina come pane da usare per spalmare la marmellata va benissimo!
  2. Per quanto riguarda il lievito di birra le indicazioni di mozzi a riguardo sono queste : essendo uno delle cause dei gonfiori alla pancia di cui soffrono molti di noi il pane lievitato fatto in casa andrebbe consumato a 2/3 giorni dalla cottura in modo che gli agenti lievitanti non siano più attivi oppure ( soluzione che preferisco di gran lunga e che forse lo rende ancora più delizioso) basterà tostare le fette desiderate ottenendo così l’inibizione istantanea degli agenti lievitanti.

Insomma… provate per credere! Un abbraccio, Ale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: