Stretta di mano no problem

Foto 29-06-14 22 45 44Un problema che affligge molte persone (me compresa) è la fragilità delle unghie e ormai, come sappiamo, l’alimentazione ci può venire in aiuto quanto meno per non peggiorare il problema! Le mani sono il nostro biglietto da visita e quindi averle curate e in ordine è sicuramente una cosa importante, ma spesso anche a causa dei nostri impegni quotidiani, incorriamo nel disagio delle unghie fragili, che si spezzano con facilità. Ma andiamo con ordine e vediamo innanzitutto a cosa può essere dovuto questo problema : come vediamo nella prima figura in base alla carenza a cui sono legate si presentano esteticamente in maniera diversa. Osservando le nostre unghie ci rendiamo quindi facilmente conto di quale può essere il reale problema, le unghie sono lamine di sostanza cornea, costituite per il 98% di cheratina, una proteina plastificata dell’acqua che conferisce loro resistenza e durezza. La mancanza di questa sostanza e di altre come le vitamine sono alla base della loro fragilità, se invece non c’è una particolare patologia la fragilità potrebbe essere dovuta semplicemente a nostre abitudini sbagliate, qualche esempio?

  • Onicofagia : durante i periodi di forte tensione e stress accade di mangiarsi le unghie e questo ovviamente trasferisce sulle stesse i germi presenti nella nostra boccaunghie12
  • Sedute di manicure o pedicure : trattamenti fatti male possono determinare la rottura o anche l’utilizzo di scarpe di bassa qualità stesso discorso per smalti e trattamenti troppo intensivi.

Cosa fare per rimediare?

Se ovviamente il problema è dovuto a particolare carenze alimentari ovviamente basterà, una volta individuato il problema, integrare con cibi ricchi della vitamina mancante ad esempio per la crescita della cheratina sono indicati alimenti ricchi di :

  • Vitamina H : presente nel latte, legumi freschi e nel fegato
  • Zinco : presente nel germe di grano, nel pesce, nel tutolo d’uovo, nella carne e nel formaggio

Con una corretta alimentazione nel giro di un paio di mesi il problema dovrebbe risolversi questo perché le unghie crescono con una media di 0,5/1 mm per settimana e diventeranno sempre più forti e resistenti se individuiamo e correggiamo rapidamente il problema.
unghia_fragileEsistono poi degli impacchi casalinghi che possono aiutare molto, dei “rimedi della nonna” diciamo, ad esempio tenere le unghie a bagno per almeno 10 minuti al giorno in un impacco fatto di olio evo e qualche goccia di limone non trattato oppure trattarle con una crema casalinga ottenuta mescolando una dose di crema per le mani un cucchiaio d’olio evo e gocce in parti uguali di olio essenziale di limone e di arancia amara.

Insomma.. ancora una volta proviamo con metodi naturali prima di rivolgerci al medico!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: