Polpo o polipo…??

Lo so che la tentazione è forte.. e lo so perché ci sono caduta io stessa più volte : i prodotti già pronti, già lessati, sono di una comodità estrema ma… non c’è paragone nel fare le cose da soli. A livello di salute in primis ma sopratutto di soddisfazione personale. Ecco allora che ieri, invece di ripiegare sul solito prodotto già lessato (ed estremamente pieno di sale) ho optato per un bel polpo intero, fresco e delizioso che ho preparato ieri prima di andare a letto e oggi a pranzo lo mangeremo semplicemente in insalata con un po’ di limone e prezzemolo fresco. Farlo è di una semplicità estrema vi basterà bollirlo in abbondante acqua che insaporirete con cipolla, sedano e carota a vostro piacimento ricordandovi quattro semplici cose :Immagine

  1. Il tempo di cottura è di 20 minuti circa ogni 500g di prodotto calcolato dal momento in cui riprende bollore
  2. Deve essere immerso nell’acqua quando comincia a sobbollire leggermente la stessa
  3. Una volta cotto va lasciato raffreddare completamente nella sua acqua di cottura
  4. Prima di tagliarlo a pezzi rimuovete delicatamente la pelle viola che con la bollitura verrà via facilmente

Una volta tagliato vi basterà condirlo con un spicchio d’aglio, un po’ di prezzemolo e se volete un cucchiaio d’olio e lasciatelo macerare così in frigorifero fino al momento di mangiarlo, nel piatto aggiungete un po’ di limone.

Questo pesce è fantastico ma facciamo prima un attimo di chiarezza : il polpo è l’animale marino il cui nome è più frequentemente storpiato. La maggior parte delle persone lo conosce come polipo, confondendolo con un’altro animale acquatico, appartenente al Phylum dei celenterati , come le anemoni di maree le madrepore. Dunque, abituatevi a chiamarlo polpo e non polipo!
Ma parliamo un po’ della parte a cui noi interessa :

  • Ipocalorico : grazie all’alta concentrazione di proteine ad alto valore biologico, al fatto che non contiene molto colesterolo e che i glucidi (scarsissimi) sono addirittura quantitativamente superiori agli acidi grassi.
  • Contiene poi : vitamine ma sopratutto sali minerali tra cui spiccano per quantità ottima ferro, calcio, fosforo e potassio.
  • Tuttavia ,nonostante il polpo sia un alimento poco energetico e molto magro, non è assolutamente un prodotto facilmente digeribile, non lo consiglierei a chi soffre di difficoltà digestive o allo sportivo in procinto di svolgere l’allenamento.
  • Infine : è ricco di purine, ragion per cui non è consigliabile assumerlo in caso di iper-uricemia e/o gotta conclamata.

N.B : il polpo, essendo un mollusco, ha una certa incidenza per allergie, ragion per la quale sarebbe consigliabile introdurlo nella dieta dell’infante ad un’età più avanzata rispetto al divezzamento; alcuni specialisti lo sconsigliano anche in fase di allattamento.

Insomma.. da provare anche questo!!

Un abbraccio,Ale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: