QUINOA.. QUESTA SCONOSCIUTA

Se non sai nemmeno come pronunciarla nella maniera corretta allora sei nel posto giusto ahaha andiamo alla scoperta questa sera di questo cibo fantastico : la quinoa. Innanzitutto di cosa si tratta? La quinoa è un “finto cereale” viene confuso spesso per un cereale per la sua forma caratteristica a pallini che ricorda vagamente il miglio o altri cereali, ma in realtà si tratta di una verdura della stessa famiglia degli spinaci e della barbabietola, ottima quindi come accompagnamento per i vostri piatti a base di carne o di pesce ma anche come agglomerante per insalate e per molte altre preparazioni che tra poco vi illustrerò. Prima mi interessa farsi capire perché dovreste inserirla nella vostra dieta quotidiana. La quinoa, o “madre di tutti i semi” è particolarmente dotata di proprietà nutritive : contiene un’elevata quantità di fibre ,proteine e sali minerali tra cui fosforo, magnesio,ferro e zinco; è fonte di proteine vegetali e contiene grassi prevalentemente insaturi. E’ particolarmente adatta per i celiaci in quanto totalmente priva di glutine, perfetta sia per adulti che per i bambini. Contiene poi due importanti amminoacidi tra cui la lisina che è utile per la crescita delle cellule cerebrali e la metionina essenziale per la metabolizzazione dell’insulina.

Alcune curiosità sono poi che :

  • I suoi chicchi sono coperti da una sostanza amara chiamata saponina, che li protegge dagli attacchi degli uccelli. Per questo devono essere lavati molto bene prima della cottura
  • Come l’amaranto viene consumata dagli astronauti durante le loro missioni nello spaziali.

Come si cucina? La quinoa va prima sciacquata per bene e abbondantemente e dopo questo passaggio va cotta con il metodo dell’assorbimento : in soldoni per ogni 70g di quinoa va usata una quantità d’acqua pari a 150ml e va bollita in acqua bollente per circa 15 minuti.

ImmagineSarà cotta quando i chicchi avranno assorbito tutta l’acqua, si saranno gonfiati e saranno diventati trasparenti con un piccolo germoglio bianco. Una volta lessata si può utilizzare, come vi dicevo, in diversi modi : può essere mangiata così con condimento a piacere, può essere usata all’interno dell’insalata o di zuppe e minestre come “agglomerante”, oppure, usando ricette più sfiziose, si possono usare questi chicchi per fare gustose crocchette o sformatini. Io la mangio spesso semplicemente così, perché ne adoro il gusto e la uso come contorno per pesce e carne perché di fatto si tratta di verdura ma stasera vi presento una ricetta molto gustosa e semplice da realizzare : le mie polpette di quinoa in crosta di crusca.
Ricetta per circa 30 polpette da 31kcal l’una :
  • 250g di quinoa 
  • 1 uovo
  • 50g di crusca d’avena

Immagine

Per prima cosa lessate la quinoa con una quantità doppia di acqua ( circa 500ml) fino a completa cottura. Ponete poi la quinoa con l’uovo e un trito di prezzemolo fresco in un mixer e azionatelo fino ad ottenere un composto modellabile con le mani. Formate delle polpettine e semplicemente passatele nella crusca d’avena, accendete il forno a 220° per 20 minuti girandole a metà cottura per farle dorare da entrambi i lati. Molto semplice ed estremamente gustose. Sono buone sia fredde che calde e potete accompagnarle volendo con un salsa allo yogurt magro aromatizzata con menta o una spezia a piacere.
Baci e abbracci, Ale
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: